La Grande Saga – Capitolo Primo

Recentemente, spulciando in un vecchio Hard Disk, ho ritrovato il backup del vecchio sito della Compagnia della Birra. Le chicche contenute all’interno sono molteplici, anche se molte sono incompiute ho deciso di pubblicarle nella speranza che facciano da spunto per nuove avventure.

Questa è la prima parte delle avventure del Nano Gundaar e dei suoi amici:

Capitolo Primo: Ivanneth

La nostra storia comincia intorno al 2954 anno della terza era quando un gruppo di valorosi riunitosi grazie alla provvidenziale mano del destino sconfigge, presso il fiume Anduin, un sanguinario manipolo di orchi dotati del potere di trasformarsi in lupi mannari.

Dopo un epico scontro presso la torre di Barad Perras, da cui ovviamente i nostri eroi risultano vincitori, essi vengono soccorsi dal capitano Baldor, ufficiale dell’esercito di Gondor, il quale chiede loro di indagare su cosa stia accadendo presso l’antica fortezza di Durthang, da cui sembra provenire la nuova orda di mostri testè sconfitti. Ma durante la marcia di avvicinamento verso la suddetta fortezza il fato pone una nuova avversità  sul cammino dei nostri arditi, difatti essi sono presi prigionieri da una burhka di orchi che sta conducendo a Durthang un gruppo di elfi catturati per qualche oscuro fine in una razzia dei giorni precedenti.

Una volta condotti all’oscuro maniero i nostri temerari scorgeranno un immenso numero di orchetti pronti a muovere verso la piana dell’Anduin e scopriranno di esser stati condotti vivi fin qua con lo scopo di scavare all’interno delle miniere poste al di sotto della rocca.

Ma come tutti ben sanno l’astuzia il coraggio e un cuore impavido possono avere la meglio su ogni tipo di avversità  e così in ben poco tempo i nostri cuori impavidi fuggono dalla prigionia recuperano le loro armi e mietono vittime all’interno della fortezza fino a scontrarsi con Gaurhir, il nero negromante servo di Sauron posto alla guida dei mostri.

La battaglia col signore del male è breve ma epica e nonostante i colpi, sicuramente mortali per qualunque altro essere vivente, inflitti dai paladini del bene all’oscuro sire di Durthang essi non riescono a prevalere e cosi Gaurhir riesce a fuggire. Le sue parole di odio e vendetta riecheggiano però tra le scoscese pareti dei Monti dell’Ombra sulle teste dei nostri eroi come un oscuro presagio.

Ritornati all’accampamento di Baldor i nostri virgulti narrano le loro epiche imprese al capitano di Gondor che li nomina sterminatori di orchi e chiede loro un secondo favore: quello di recarsi a Gran Burrone, la terra leggendaria di Elrond signore dei Noldor, per consultarsi con Elladan, suo personale amico, in merito a questo oscuro personaggio ricomparso sulla Terra di Mezzo per minacciare i puri di cuore.

L’avventura continua nel CAPITOLO SECONDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Contenuto di queste pagine è di proprietà della Compagnia della Birra