La morte è solo l’inizio – Parte 4

Continua la narrazione della Campagna per 7th Sea giocata dalla Compagnia della Birra, se vi siete persi il capitolo precedente di questa avventura potete trovarlo QUI .

Se invece volete leggere questa avventura dall’inizio vi conviene iniziare da QUI .

Dopo un risveglio non proprio tranquillo il gruppo si prepara per il funerale. Il corteo funebre è scarno e senza bara. Vi sono l’avvocato, due guardie, un vecchio strambo, alcuni curiosi e un sacerdote.

Il corteo si dirige verso un pittoresco cimitero dedicato agli stranieri morti sull’isola. Le parole del sacerdote sono poche e di circostanza e la cerimonia sta per terminare quando il giovane ufficiale di marina prende la parola e conduce un discorso molto sentito capace di smuovere le coscienze ed i sentimenti dei presenti. Qualcuno lascia un tributo funebre sulla lapide ed il marinaio intona un canto.

Finita la cerimonia il gruppo si sposta nella stanza dell’avvocato per l’apertura del testamento. Il Capitano li ha sorprendentemente nominati eredi universali, i nostri eroi ereditano in parti uguali la nave, una lettera di credito che pagherà tutte le riparazioni del relitto ed uno strano quadro rappresentante una nave in tempesta e proveniente da Vodacce.

Il gruppo, stupito dalla fortuna in cui si sono imbattuti, si reca dietro convocazione dal Vice Comandante il quale chiede loro lumi sull’eredità e si offre di finanziare il reclutamento dell’equipaggio sotto forma di anticipo compenso per il trasporto di un carico da lui commissionato verso l’isola di Legnoscuro, oramai al di fuori dalle tratte commerciali da almeno due anni. Fornirà  un extra al medico in cambio di una visita medica per la guarnigione.

Mentre il Medico decide di recarsi da un conoscente di famiglia, il resto del gruppo va a riscuotere la lettera di credito e fa conoscenza con un vecchio carpentiere. Scoprono che la lettera è il frutto di un debito di gratitudine verso il Capitano e che è tutto pronto per le riparazioni, che impiegheranno circa tre settimane. Purtroppo manca un materiale particolare per completare le rifiniture, bisognerà  quindi viaggiare verso l’isola di Legnoscuro per reperirlo, ma riempiendo le stive di questa legna così pregiata si potranno fare grandi affari.

Il medico contemporaneamente arriva dal vecchio e scopre che non si tratta di uno strambo alchimista ma di un importante naturalista e studioso di lunga carriera. Egli offre tutta la sua esperienza e conoscenza alla causa, in cambio però di potersi muovere in sicurezza verso le altre isole dell”arcipelago per poter completare i suoi studi.

La narrazione continua QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Contenuto di queste pagine è di proprietà della Compagnia della Birra